Privacy Policy Dubai in 4 giorni, non solo lusso. | ilmaurodel78 | Ultimi articoli
Medio Oriente,  Ultimi articoli

Dubai in 4 giorni, non solo lusso.

Quando anni fa mi proposero di andare qualche giorno a Dubai, rimasi un pò titubante. Nel mio immaginario, Dubai era una città costruita nel deserto con uno scopo ben preciso: far girare soldi, tanti soldi. Ma cosa di veramente interessante poteva offrire? E così mi documentai:

Dubai è la città più popolosa degli Emirati Arabi e la seconda come dimensione dopo la capitale Abu Dhabi. Nel giro di pochi anni è passata dall’essere un villaggio di pescatori ad una delle metropoli commerciali più importanti nel passaggio oriente-occidente. A differenza degli emirati fratelli vicini, il petrolio rappresenta solo il 5% delle entrate di questa città e quindi, dopo un iniziale sfruttamento, la fonte di guadagno principale è il turismo e il mercato immobiliare. A Dubai infatti si trovano gli edifici più grandi e spettacolari del mondo.

Edifici arabeggianti, meravigliose moschee, spiagge e centri commerciali votati all’intrattenimento, ma non solo: storia antica, tradizioni, profumi e colori. La curiosità è forte, andiamo!

Dubai non è sicuramente la tipica metropoli, le cose da fare sono per lo più studiate a tavolino per permettere al viaggiatore di far passare piacevolmente il tempo, e una vacanza di 3-4 giorni è sufficiente per godersi la città ed esplorare le aree principali. Per sfruttare al meglio la vacanza è bene pianificare un itinerario così da ottimizzare i tempi: partendo dalla Dubai moderna di Sheikh Zayed Road, l’isola artificiale di Palm Jumeirah e la Marina, finendo con la parte storica del Creek e Old Dubai.

Ecco un’idea di itinerario basato su 4 giorni. 

Downtown Dubai

Downtown Dubai è il quartiere dell’immaginario collettivo della città, in questo quartiere potrete immergervi nelle atmosfere più eleganti e moderne di Dubai. Qui si trovano edifici simbolo di Dubai, come la torre Burj Khalifa, la più alta al mondo. Se volete salire sull’osservatorio, vi consiglio di andarci presto al mattino non appena apre: ci sono meno persone in fila e la vista è più limpida con meno foschia rispetto al giorno. Se siete fortunati potete ammirare anche qualche tempesta del deserto. Vi renderete conto da questa altezza, come la città si sviluppi lungo la costa per lasciare all’entro terra totale potere al deserto.

Burj Khalifa di giorno

Butj Khalifa di notte

In questo quartiere troverete vari centri commerciali di lusso.

  • Dubai Mall con i suoi oltre 1.000 negozi  in cui fare shopping e godersi le attrazioni uniche, come l’acquario e la pista di pattinaggio. 

Dubai Mall

  • Souk Al-Bahar, un centro commerciale che coniuga il lusso ad uno splendido stile arabo; si raggiunge percorrendo una passerella pedonale che parte dal Dubai Mall, passando sopra il laghetto artificiale del centro di Dubai, il Burj Khalifa Lake. All’interno trovate negozi di artigianato, abbigliamento, tappeti e souvenir, ristoranti e bar

Centro commerciale Suoi Al Bahar

Da qui avrete una vista privilegiata sulla Dubai Fountain, la fontana danzante più grande al mondo, che alla sera vi lascerà a bocca aperta con i giochi di acqua e luce.

L’arteria principale di questo quartiere è Sheikh Zayed Road, una strada che corre dritta e parallela alla costa ed è una delle più sceniche (e caotiche) di Dubai, perché fiancheggiata dai grattacieli. La linea rossa del treno sopraelevato passa proprio lungo questo viale permettendo così di ammirarlo dall’alto.  

Sheik Zayed road

Dubai Marina, The Palm e Madinat Jumeirah

Il quartiere di Dubai Marina è un po’ defilato rispetto al centro, per raggiungerlo velocemente potete prendere la linea rossa della metropolitana. Qui potete concedervi una bella passeggiata che costeggia il porticciolo dove da un lato vedrete le barche ormeggiate, e dall’ altro si ergono edifici moderni e grattacieli sorprendenti. The Walk at JBR è una passeggiata lunga poco più di un chilometro, sulla quale si affacciano negozi, ristoranti e bar. Durante il giorno è piuttosto tranquilla, ma si anima alla sera, i locali e i negozi di questo viale restano aperti fino a mezzanotte. 

Dubai marina

Andando verso sud lungo la passeggiata si arriva alla spiaggia di Dubai Marina; molto carino fermarsi a pranzare in uno dei tanti ristorantini affacciati sul mare o in alternativa recarvi al vicino centro commerciale Mall of the Emirates. Il Mall of the Emirates è uno dei più storici centri commerciali della città e oltre a negozi e ristoranti ospita una serie di attrazioni come Ski Dubai. Solo a Dubai potevano inventarsi una pista da sci al coperto (con 40° all’esterno).

Dopo pranzo potete raggiungere l’isola artificiale di Palm Jumeirah, chiamata così per la sua forma a palma. Collegata alla terraferma da un ponte: potete arrivarci sia in taxi che con il treno sopraelevato che offre anche una splendida vista dall’alto. L’attrazione principale di Palm Jumeirah è l’hotel Atlantis, una struttura di lusso che fa da sfondo all’isola. A meno che non diventiate loro clienti, l’unica esperienza che farete sarà ammirare l’edificio dall’esterno. Il complesso ospita l’acquario The Lost Chambers, ricco di tantissimi pesci e creature marine. Accanto all’hotel Atlantis trovate anche un’altra attrazione di Palm Jumeirah: l’Aquaventure, il parco acquatico per eccellenza, ideale sia per adulti che per i bambini. Adrenalinico lo scivolo che termina in una vasca di squali!

Hotel Atlantis

Da qui potete prendere il taxi e raggiungere il lussuoso complesso di Madinat Jumeirah. È un luogo molto suggestivo che ricrea la tipica città araba, oltre a 3 hotel di lusso include un souq con numerosi negozi che vendono ogni tipo di prodotto, dai tessuti ai profumi fino alla gioielleria. Tutt’intorno agli edifici ci sono canali, fiumi e piccoli laghetti. Lungo i canali trovate tanti ristorantini e bar in cui cenare.  

Vicoli nel souk

Da qui avrete anche una magnifica vista su un’altro simbolo di Dubai: lo splendido hotel Burj Al Arab, dall’iconica forma a vela.

Burj Al Arab

La Città Vecchia

Da vedere dopo tutta questa modernità è la zona del Dubai Creek, il corso d’acqua che delimita i due quartieri storici di Bur Dubai e di Deira. Questo luogo vi riporterà indietro nel tempo in momenti storici meno lussuosi un più genuini. Qui avrete l’opportunità di respirare le atmosfere di Dubai di una volta. 

Passeggerete tra piccoli vicoli silenziosi su cui si affacciano dimore e mercatini tradizionali. I profumi di spezie e i colori di tessuti preziosi venduti alle bancarelle avvolgeranno tutti i vostri sensi.

Bur Dubai ospita il suggestivo Al Fahidi Historic District, uno storico quartiere ristrutturato che vi dà l’idea di come fosse la Dubai di un tempo. Le vecchie case sono state convertite in negozi, bar e gallerie d’arte in cui oro è la parola d’ordine.

Tra le attrazioni principali c’è il forte Al Fahidi, la costruzione più antica di Dubai. Da vedere il Dubai Museum dove scoprire la storia della città, e il variopinto mercato di tessuti: Bur Dubai Textile Souq. A sud di Bur Dubai c’è la Jumeirah Mosque, la moschea più importante della città e l’unica visitabile dai non musulmani.

Dubai Old town

Le atmosfere di questo quartiere al calar del sole diventano ancor più affascinanti. Consigliatissimo fermarsi a cena in uno dei tanti ristoranti che affacciano sul canale.

Escursione nel deserto o spiaggia

Viste le tappe “obbligatorie” a questo punto potete lanciarvi in qualcosa di adrenalinico come un tour nel Deserto a bordo di una 4×4 con tanto di cena sotto la luna, oppure fregarvene dell’adrenalina e dedicarvi al relax distesi in spiaggia.  A questo sito potete trovare qualche spunto interessante.

 

Sono sicuro che anche a voi, Dubai, lascerà qualcosa dentro. E’ una città di contraddizioni. Ci sono tornato 3/4 volte per capirne bene le sfumature e non limitarmi ai palazzi alti fino al cielo. Ed è questo quello che cerca un viaggiatore: che al ritorno qualcosa ci rimanga dentro, nel bene o nel male.

O sbaglio?

 

Qualche consiglio:

  • Dubai è una città estremamente calda (l’estate supera i 50°, io sono stato a metà settembre e ce ne erano 40°) e per niente a misura d’uomo. A parte nelle zone dedicate, non c’è possibilità di passeggiare liberamente per la mancanza vera e propria di marciapiedi. Ti consiglio quindi di cercare un albergo vicino alla metropolitana. 
  • Se vuoi risparmiare ti conviene evitare la zona di New Dubai (la zona dell’isola a forma di Palma) e cercare qualcosa verso il creek, a est di Dubai.
  • Dubai è una città estremamente sicura anche per i viaggiatori soli, ma ricordati di rispettare la cultura, fai attenzione all’abbigliamento e all’atteggiamento. 
  • Dedica un giorno ad Abu Dhabi, meno internazionale e un pò più local, da vedere assolutamente la Grande Moschea dello Sceicco Zayed al tramonto: da togliere il fiato.

  • Alcuni siti, come Facebook, sono bloccati negli Emirati. Per ovviare al problema puoi scaricare un’app VPN prima di partire.

 

Fatemi sapere nei commenti se ci siete stati e se c’è qualcosa da integrare!


 

 

 

 

3 commenti

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: