Privacy Policy Vienna: le cose da non perdere in 3 giorni | ilmaurodel78
Prater a Vienna
Austria,  Europa,  Ultimi articoli

Vienna: le cose da non perdere in 3 giorni

Vienna è una città elegante, raffinata, innovativa, una città che combina gli sfarzi imperiali e la bellezza del liberty. Vienna è ricca di chiese barocche, residenze aristocratiche edifici moderni che vi rimanderanno all’epoca di Klimt, Freud e Mahler. Ho visitato Vienna almeno 4 volte nella mia vita e ogni volta mi sento a casa, passeggiando tra giardini ottocenteschi, musei di arte contemporanea, sorseggiando caffè negli eleganti bar e cenando in birrerie dall’estro culinario.

Vediamo cosa fare in tre giorni:

Come muoversi

Arrivare a Vienna è facile, l’aeroporto è comodo alla città o nel mio caso, in 6 ore di macchina. Vienna è una città costruita circolarmente quindi senza ombra di dubbio il mezzo di trasporto ideale sono i propri piedi! Se vi stancate facilmente potrebbe essere un ottima e comoda soluzione l’acquisto della Vienna City Card che include sia l’utilizzo dei mezzi pubblici (tra cui il Big Bus Tour) ma anche sconti in tantissime attrazioni e ristoranti.

 

Giorno 1: il centro storico

Partire dal cuore di Vienna è indubbiamente una scelta saggia

Stephansdom

Il duomo di Santo Stefano è il simbolo di Vienna. L’inizio della sua costruzione risale al XII secolo ed oggi è il più importante monumento gotico dell’Austria.

Il duomo di Santo Stefano è lungo 107,2 metri e largo 34,2 metri. Possiede quattro torri. La più alta è la torre sud con i suoi 136,44 metri. Sulla sua sommità si arriva tramite una scala di 343 gradini e da qui si gode di una vista sconfinata su tutta Vienna. Ospita complessivamente 13 campane di cui una, quella della torre nord è, per grandezza, la seconda campana oscillante di tutta l’Europa. Le tegole colorate che rivestono il tetto del duomo di Santo Stefano formano lo stemma dell’aquila dell’impero asburgico e gli stemmi della città di Vienna e dell’Austria.

il duomo di Vienna

Dietro al duomo troverete anche la Casa di Mozart e l’ Ankeruhr, un’enorme orologio a carillon

 

Teatro dell’opera

Proseguendo per Kärntnerstraße troverete il teatro dell’opera. L’Opera di Stato di Vienna è uno dei più importanti teatri lirici del mondo, con produzioni di altissimo livello e un programma diverso ogni giorno. L’ampiezza del repertorio operistico non conosce concorrenza a livello internazionale. Durante le visite guidate è possibile gettare uno sguardo dietro le quinte dello sfarzoso teatro lirico.

teatro dell'opera a Vienna

 

Hotel Sacher

Nel 1832 Franz Sacher, che allora aveva 16 anni ed era apprendista nella cucina di corte, creò la più nota torta di Vienna, la Sacher Torte originale. Questo è il momento ideale per fare una pausa. Si trova in Philharmonikerstraße 4, e dalla coda che c’è sempre fuori, lo troverete subito.

la torta sacher

Albertina

L’Albertina possiede una delle collezioni di grafica più estese e più preziose del mondo

Albertina platz a Vienna

Graben e Chiesa di San Pietro

Risalendo il Graben, via dello shopping, vi imbatterete nella splendida Chiesa di San Pietro.

Chiesa di san Pietro a Vienna

Hofburg

Prendendo la sciccosissima via Kohlmarkt vi troverete al palazzo imperiale Hofburg.

Sede degli Asburgo dal 1283 fino al 1918. Nasce inizialmente come castello e viene ampliato sempre di più fino a diventare una maestosa residenza oggi sede del presidente della Repubblica Austriaca, della famosissima scuola di equitazione spagnola e di numerose collezioni ed esibizioni d’arte.

Castello Viennese

 

Superato l’Hofburg vi troverete nel quartiere dei musei. La piazza merita di essere visitata non solo per i suoi importanti musei, come il Leopold Museum, il Museo d’Arte Moderna e la Kunsthalle, ma anche per i vari localini frequentati da un pubblico originale.

piazza dei musei a Vienna

Rathaus (Municipio)

II municipio costruito dal 1872 al 1883 è la più importante costruzione neogotica laica di Vienna. Di proporzioni gigantesche, basti pensare che sono stati utilizzati circa 30 milioni di tegole e più di 40.000 metri cubi di pietra naturale. La Sala delle Feste è lunga 71 metri, larga 20 metri e alta 18,5 metri, potrebbero ballare simultaneamente 1.500 coppie. All’interno e davanti al Municipio si svolgono numerose manifestazioni: balli, festival cinematografici e manifestazioni sportive. Da novembre il Mercatino di Natale immerge in un’atmosfera natalizia l’area antistante il Municipio. E da gennaio a marzo la piazza e il parco del Municipio si trasformano in una splendida pista di pattinaggio. Il Municipio ospita anche la Biblioteca Civica e Regionale di Vienna. Possibile visitarlo nelle giornate del lunedì, mercoledì e venerdì alle ore 13, non serve prenotare.

il municipio di Vienna

Dove cenare

Rimanendo in centro storico, nella zona di Bermudadreieck, vivace ghetto ebraico, troverete un pullulare di localini per tutti i gusti!

 

 

 

Giorno 2: Sissi!!

Reggia di Schönbrunn

L’ex residenza estiva degli Asburgo si caratterizza per le lussuose camere Imperiali e il magnifico giardino. Schönbrunn per esser visitata interamente avrebbe bisogno di 1 giorno intero ma c’è anche la possibilità di un tour più breve. La Reggia di Schönbrunn è una delle più belle costruzioni barocche di tutta Europa. La Reggia di Schönbrunn conta complessivamente 1.441 stanze in stile rococò; di queste, 45 possono essere visitate. In queste stanze è letteralmente successo di tutto: nella Sala degli Specchi il bambino prodigio Mozart suonava all’età di sei anni. Nella stanza cinese a pianta rotonda, Maria Teresa era solita tenere le sue conferenze segrete con il Principe Cancelliere Kaunitz. Nella camera Vieux-Laque conferiva Napoleone. Nel Salone Cinese Blu, l’imperatore Carlo I firmò nel 1918 la fine della monarchia. La Camera dei milioni, rivestita in palissandro e decorata con preziose miniature provenienti da India e Persia, è considerata una delle più belle stanze rococò al mondo. Nella Grande Galleria si tenne il Congresso di Vienna del 1814/15.

orangerie di Sissi a Vienna

Il parco della Reggia di Schönbrunn ospita fontane, statue, monumenti, alberi, fiori e la sfarzosa Gloriette da dove, rilassandosi davanti ad un caffè, potrete ammirare uno splendido panorama. Il parco comprende anche Il Museo delle Carrozze imperiali, il Giardino del Principe ereditario, il Giardino dell’Orangerie, il labirinto, il giardino zoologico, la Serra delle Palme e la Casa del Deserto.

il castello di Sissi a Vienna

casa delle palme a Vienna

Prater

Se avete optato per non dedicare la giornata intera a Schonbrunn dirigetevi al Prater.

Ex riserva di caccia reale, ora parco di divertimenti e luogo nostalgico. Oasi di verde sulle sponde del fiume Danubio e sede della famosa ruota panoramica simbolo della città dove, dall’alto, si può godere di una bellissima vista a 360 gradi

ruota panoramica a Vienna

Dove cenare

Svariate quanto l’offerta ricreativa sono anche le proposte culinarie del Prater. Dal semplice chiosco ai più raffinati piaceri del palato. A voi la scelta. Salsiccie, Wurstel, frittelle, avrete l’imbarazzo della scelta.

 

Giorno 3: Belvedere, Hundertwasser e tempo libero

Belvedere

Il Belvedere è sia un fastoso castello barocco costruito dal principe Eugenio di Savoia con uno splendido giardino alla francese, ma anche un museo che ospita una delle più importanti collezioni di opere d’arte d’Austria. Bastì pensare che cuore della collezione è il bacio di Gustav Klimt

Belvedere a Vienna

Hudertwasser

La Hundertwasserhaus di Vienna è una delle principali attrazioni architettoniche dell’Austria. Il complesso di edifici progettati da Friedensreich Hundertwasser attira visitatori da tutto il mondo. Chi abita nella Hundertwasserhaus ha la fortuna di poter decorare la facciata intorno alla propria finestra a suo gusto personale. Più di 200 alberi e arbusti sui balconi e le terrazze della Hundertwasserhaus trasformano l’edificio in un’oasi verde nel cuore della città. Situato di fronte si può visitare l’Hundertwasser Village. È l’unico centro commerciale realizzato dall’artista. Costruito a inizi ’90, comprende una piazza, un bar e numerosi negozi nello stile tipico di Hundertwasser.

hundertwasser a Vienna

Relax e tempo libero

Considerando i kilometri fatti, ora è il momento del riposo. Mariahilferstrasse è la via giusta per dedicarsi allo shopping, la zona di Grinzing per assaporare un buon vino locale. Vienna tpuò essere considerata un tempio del palato: imperdibile il Naschmarkt, il mercato dei sapori. E perché no, un salto alle terme. Le terme cittadine più moderne e con i 6000 mq, più grandi d’Europa. Qui già i romani apprezzavano le benefiche acque sulfuree di Vienna.

mercato a Vienna

Andate a Vienna e godrete di momenti di cultura, svago e relax!

 

Lascia una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: