Privacy Policy Siviglia in 4 giorni a capodanno cosa vedere | ilmaurodel78
Siviglia - Plaza de espana
Europa,  Spagna

Siviglia in 4 giorni a capodanno cosa vedere

Novembre 2018: io e miei amici, solito dilemma. E quest’anno cosa fare a Capodanno? L’anno scorso Valencia. Replichiamo con una destinazione un po’ calda, vicina e che nessuno ha visto troppe volte? Si ma quale?

SIVIGLIA!

Quindi vai, prenota un hotel tramite Booking, un volo Easy jet partenza Treviso il 29.12 e il gioco è fatto.

Come muoversi a Siviglia

A Siviglia ci si muove molto bene a piedi. Ma se, come noi, alloggi un po’ fuori dal centro, dovrai affidarti ai mezzi pubblici oppure ai Taxi/Uber. Noi dalla zona Expo al centro per 15’ spendevamo all’incirca 10€. La Metro potrebbe esserti utile per raggiungere i quartieri più periferici, che in 3 giorni dubito ti accadrà.

Se vuoi usare invece gli autobus puoi acquistare i biglietti (1,40 € a corsa) direttamente dal conducente dell’autobus. C’è anche la possibilità di comprare biglietti cumulativi per 1 o 3 giorni, a prezzi modici.

La compagnia Tussam gestisce anche il collegamento tra centro e aeroporto, linea EA. La fermata è proprio all’uscita dal terminal. Anche in questo caso i biglietti si fanno a bordo e il costo è di 4 €.

Pianifica almeno un lunedì nella tua visita Sivigliana in quanto è la Giornata del Visitatore e molti monumenti e musei sono gratuiti. Ovviamente il retro della medaglia è che, in questa giornata, la fila per visitare l’attrazione sarà kilometrica.

Verifica se puoi risparmiare tempo acquistando dei tour organizzati o attrazioni più popolari della città. A questo indirizzo ne trovi una selezione interessante. Noi mezza giornata l’abbiamo dedicata a salire e scendere dall’Hop on – Hop off che, oltre a darci una visuale sintetica e veloce di tutto, ci ha permesso di utilizzare delle guide a piedi comprese nel prezzo: consigliatissimo.

E quindi, cosa vedere a Siviglia?

Primo giorno:

Plaza de España

Plaza de España è una delle piazze più grandi, caratteristiche e pazzesche d’Europa. Attraversata da un canale artificiale navigabile con una grande fontana che spacca in due l’intera piazza. I palazzi rossi che costeggiano l’ellissi della piazza la rendono unica.

Siviglia - Plaza de espanaSiviglia - Plaza de espana

La Cattedrale di Siviglia

Pezzo forte di Siviglia, maestosa, imponente, opulenta. La visita alla Cattedrale è possibile dalle 8 alle 14 e dalle 16 alle 19 e il prezzo per visitarla (insieme alla Giralda) è di 9 euro. Si entra da un’entrata laterale, si passa per un piccolo corridoio e poi BAM l’interno si rivela in tutta la sua maestosità.

Siviglia - Cattedrale

 

La Giralda

Dall’interno della Cattedrale si accede alla salita anticamente progettata per far salire i cavalli. In 30 piani la paura ti passa e da sotto le sue campane puoi goderti in assoluto il panorama più bello di tutta Siviglia.

Siviglia - Panorama dalla Giralda Siviglia - aperitivo di fronte alla Giralda Siviglia - Panorama dalla Giralda

 

Secondo giorno:

Metropol Parasol (Las Setas de Sevilla)

Una struttura in legno realizzata dall’architetto tedesco Jurgen Mayer. L’architettura è completamente decontestualizzata rispetto al quartiere, non si può non amarla. Si deve assolutamente salire al livello più alto pagando un ticket di 3 euro per ammirare il panorama su tutta la città. 

Metropol Parasol è aperto alle visite tutti i giorni dalle 10 alle 23 e il venerdì e sabato fino alle 23:30. Per ulteriori info: Sito web

Il secondo giorno è coinciso col 31.12 e i negozi chiudevano alle 18. Anche i ristoranti, con nostra grande sorpresa, anziché fare cenone, chiudevano tutti presto. Quindi metà della giornata è stata dedicata a trovare un posto dove poter cenare e passare la mezzanotte.

Terzo giorno:

Guadalquivir

Assolutamente da fare è passeggiare, con questo splendido sole, lungo il fiume che taglia Siviglia a metà: il Guadalquivir. Siamo al 1 gennaio e ci sono 18 gradi: perfetto. Gente che corre, ragazzi che prendono il sole. Tutto sembra così fermo e rilassato che anche noi ci sentiamo completamente sollevati da qualsiasi pensiero.

Siviglia - Passeggiata lungo Guadalquivir

Lungo la passeggiata ci imbattiamo nella Torre dell’oro. Una piccola torre che si trova proprio sul corso che affianca il fiume e a cui si può accedere per vedere il museo navale e la vista dall’alto sul fiume. Il prezzo del biglietto è di 3 euro e chiude alle 18:45. A noi non interessava, ma da fuori è notevole.

Siviglia - Torre dell'oro

 

Quartiere Triana

Compreso nel ticket del’ Hop on – Hop off erano incluse una serie di visite guidate a piedi. Quella del quartiere Triana, mix di culture Gitane e Rom è stata favolosa. La guida ci preleva alla Torre dell’oro e camminando lungo il fiume, attraversando il Ponte Isabel arriviamo nel cuore del quartiere: il Castillo de San Jorge, il mercato e la Plaza de Altozano. Triana è un quartiere bellissimo. Sembra di stare in un mondo a parte.

Siviglia triana Siviglia triana

 

Quarto giorno:

I giardini di Alcázar

I Giardini si trovano proprio a due passi dalla cattedrale e la fila è sempre piuttosto lunga, ma scorrevole. Gli orari di visita sono dalle 9:30 alle 17 tutti i giorni nei periodi invernali, mentre per i periodi estivi a partire da Aprile e fino a Settembre la chiusura è per le 19. Il costo del biglietto d’ingresso è di 11.50 euro, e qui sul Sito web trovate altre info. Per vederli senza perdersi troppo in chiacchiere, ma neanche correndo, ti ci vogliono almeno 2 ore e mezza. Ma ne vale davvero la pena: con le strutture, le piscine, i laghi e i labirinti sono stupendi.

Siviglia - Alcazar Siviglia - Alcazar

 

Il Monastero de la Cartuja e CAAC

L’ultimo giorno dovendo partire nel pomeriggio decidiamo di dedicarlo alla visita di questo monastero, ormai diventato un museo di arte moderna. Il monastero, intitolato a Santa Maria de las Cuevas, fu fondato nel 1400. Qui Cristoforo Colombo si fermava nei suoi soggiorni sivigliani e proprio qui morì nel 1506. Nel tempo il monastero fu anche fabbrica di maioliche e padiglione Expo. Oggi ospita il CAAC, Centro Andaluso di Arte Contemporanea. Per quanto io non sia un’amante delle opere modeerne, la location è da togliere il fiato. E’ aperto dal martedì al sabato, dalle 11 alle 21; chiuso il lunedì e in alcune festività, costa 1,80 € la visita al monumento e alle esposizioni temporanee; 3 € visita completa. Per sapere le esposizioni temporanee: Sito web

Siviglia - Museo CAAC

Plaza de Toros

Sicuramente da vedere, da fuori è spettacolare. Ma abbiamo deciso di saltarla per dare priorità alla passeggiata lungo il fiume.

 

Dove mangiare a Siviglia

A Siviglia voce del verbo: tapeare. L’usanza di accompagnare una fresca cerveza a piccole porzioni di cibo squisito è tipicamente spagnola. Noi, ovviamente, non ci siamo tirati indietro e abbiamo tapeato sempre. Di tapas in tapas, abbiamo sempre speso intorno ai 13€ a testa. Vi consiglio, sotto  il Metropol Parasol di fermarvi alla Surena, ottime tapas e ottimi tranci di pizza, accompagnate da cestini di mini birre (e ne vanno via a decine)

Saltando il cenone di Capodanno in un ristorante di fortuna dove abbiamo mangiato malissimo, vi consiglio altro piatto tipico e forte di Siviglia: la paella.

Siviglia - Paella

Da mangiare da: EL 3 de Oro, senza discutere: ottima!

Siviglia è una città ricca, elegante, tranquilla, festaiola e immensa. Gli hashtag per descriverla sarebbero davvero centinaia: #flamenco, #tapas, #stradinecolorate, #maioliche, #temperaturaperfetta #Guadalquivir…ma mi limito a dire che Siviglia si lascia amare pacificamente, senza fretta e senza pensieri.

Questi 4 giorni sono volati e l’anno non poteva iniziare in modo migliore: senza fretta, col sole in faccia, girovagando senza meta. Fermandosi qui e là a bere cerveza. Questo è il modo migliore per visitare Siviglia!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: